Premi "Invio" per passare al contenuto

Anello del monte Guslon

Percorso

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

Anello del monte Guslon   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Informazioni tecniche

Luogo di partenzaCol Indes, Alpago
Distanzacirca 13km
Dislivellocirca 1100m
Tempo previsto6 ore
Difficoltàmedia/difficile
Sentiero CAILa salita è su una traccia segnata ma non numerata, fino alla cima del monte Guslon. Poi si percorrono tracce non segnate sulla cartina Tabacco 012, ma visibili. Dal rifugio Semenza si segue il sentiero 923 fino al rientro
Carta TopograficaLa Tabacco 012
GPX del percorsoLo puoi scaricare qui
Ok, e poi col GPX cosa ci faccio?Niente paura, te lo spieghiamo noi!

Partenza

Lasciamo la macchina nel parcheggio dell’agriturismo Monte cavallo, ampio ma purtroppo per buona parte a pagamento. Se si arriva presto la mattina si riesce a trovare posto gratuito.

Altrimenti, se non c’è più posto, si può lasciare la macchina qualche centinaio di metri prima, a Col Indes.

Ci incamminiamo lungo la strada, dentro e fuori la foresta. Ci lasciamo sulla destra le indicazioni per la salita al rifugio Semenza (scenderemo da lì)e proseguiamo. La strada da asfaltata diventa sterrata, e rientriamo nella foresta. Dopo circa 1km arriviamo al segnale sulla destra che ci indica la salita al Guslon. Inizia il sentiero.

Da qui alla vetta ci sono circa 2,5km e 900m di dislivello positivo, e si sentono tutti. La salita è tutta sotto il sole, consigliamo di scegliere le ore più fresche della giornata.

Bisogna fare attenzione al sentiero, ci sono i segni bianco rossi sulle rocce ma, in particolare in estate, la vegetazione li rende poco visibili.E, sempre in estate, si possono incontrare le vipere.

La vista dalla cima è impareggiabile

Proseguendo la traccia sparisce e bisogna andare a buon senso. Si cammina sempre in fil di cresta puntando al monte Castelat. Arrivati all’inizio della salita al Castelat si può salire in vetta, oppure, come abbiamo fatto noi, scegliere di girarci attorno a destra, fino alla forcella sopra la Busa Toronda.

Dalla forcella si vede, davanti a noi, il monte Cornor, in foto sulla sinistra, che nasconde il rifugio Semenza. Sullo sfondo, dietro il Cornor, il Cimon Cavallo e il Cimon Palantina.

Aggiriamo il Cornor sulla sinistra, tramite sentiero su ghiaione, e arriviamo al bivacco Toffolon dalla val Sperlonga.

Pausa birra al rifugio Semenza, e poi discesa per il Sasson de la Madonna e baracche Mognol, fino alla macchina. Il nostro tempo totale è di quasi 8 ore, con parecchie pause. Un buon passo ce la fa, considerata la difficoltà del percorso, in 6 ore.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.